Il Ragno

I Ragni

I ragni, scientificatamente "araneidi", sono noti a tutti per essere abili tessitori di tele e per il timore e la ripugnanza che ispirano a molti.

Il corpo dei ragni, come quello degli amblipigi, si presenta diviso in un prosoma e un opistosoma collegati da un peduncolo visibile, l'addome è di forma variabile da specie a specie e gli occhi vanno da sei a otto.

Navigare Facile

In alcune specie il corpo è ricoperto di peli, più o meno frequenti, mentre in altre è liscio e glabro.

I pedipalpi sono simili a piccole zampe nelle femmine, mentre nei maschi l'estremità è formata in un curioso organo copulatore accessorio, il bulbo che si sviluppa solo dopo l'ultima muta ed è ben visibile negli adulti.

Durante il periodo dell'accoppiamento il maschio del ragno, ricerca la femmina costruendo una piccola tela, sulla quale depone una goccia di liquido e intingendo i bulbi fino a riempirli. 

Food

Le dimensioni delle tele che costruiscono per catturare le loro prede e per accoppiarsi con le femmine sono molto varie (senza relazione con la grandezza del ragno); in alcuni casi sono minime, mentre in altri invece così grandi da avvolgere interi cespugli, anche se la più nota è certamente quella di forma geometrica.

Tutti i ragni sono predatori ed i modi di catturare le prede sono essenzialmente tre: vista, agguato e tele. Il ragno si rifugia durante il giorno in ripari di vario tipo dai quali esce alla ricerca di prede, per la cui cattura vengono utilizzate le zampe che, in alcuni casi, sono armate di spine. 

La maggioranza dei ragni ha una vita breve e l'intero ciclo vitale si svolge mediamente in uno o due anni; i ragni sono in genere solitari, come gli scorpioni, e solo alcune specie tollerano la presenza di altri individui a breve distanza.

Per molti i ragni sono animali velenosi, ciò è in parte vero perchè essi sono muniti di ghiandole velenigene, pochi sono però pericolosi per gli esseri umani.